Condizioni generali di fornitura

 

Le presenti Condizioni generali di fornitura, oltre Cgf, disciplinano il rapporto di fornitura tra le parti.

Con il termine Prodotti viene indicato l’oggetto del singolo contratto di fornitura, oltre il Contratto, che potrà prevedere condizioni particolari di fornitura.

Ogni informazione o dato indicato o contenuto in dépliant, brochures, prospetti informativi, listini prezzi, cataloghi o altra documentazione analoga riconducibile anche indirettamente al Fornitore non potrà avere alcuna valenza o effetto tra le parti, salvo espresso, specifico ed individualizzante rimando contenuto nel Contratto.

I Prodotti viaggiano ad esclusivo rischio del Cliente, anche in caso di restituzione autorizzata, e si intendono sempre forniti franco magazzino Fornitore.

Ogni eventuale danno subito dai Prodotti o la loro perdita, così come il loro eventuale perimento, non esonera il Cliente dal pagamento del prezzo convenuto.

I termini di consegna dei Prodotti sono esclusivamente quelli espressamente indicati nella accettazione scritta della proposta o nel Contratto e, salvo espresso patto contrario, devono intendersi puramente indicativi e non vincolanti per Fornitore.

Nel caso di ritardo superiore a 4 settimane rispetto ai termini indicati, il Cliente avrà facoltà di recedere dal Contratto, previa comunicazione scritta al Fornitore con un preavviso di almeno 10 giorni.

In tale ipotesi, il Cliente non potrà pretendere alcun risarcimento, a nessun titolo, dal Fornitore.

La facoltà di recesso non potrà comunque essere esercitata dal Cliente, qualora il ritardo sia dovuto a causa di forza maggiore, caso fortuito o ad atti, comportamenti o omissioni, anche informative, del Cliente o comunque a questo imputabili.

Fatta salva la facoltà di recesso disciplinata al patto n. 6 che precede, resta comunque espressamente stabilito e convenuto che l’eventuale ritardo nella consegna dei Prodotti pur imputabile al Fornitore non darà diritto di annullare e/o revocare la proposta o di ritenere risolto il Contratto, né di rifiutare i Prodotti.

In tali casi, il Cliente non potrà reclamare danni se non, previa specifica contestazione scritta inviata al Fornitore e dimostrazione effettiva dei danni subiti, entro il limite massimo sin d’ora convenzionalmente determinato del 20 % del prezzo dei Prodotti consegnati in ritardo, con esclusione di ogni danno ulteriore.

La fornitura verrà effettuata in relazione alle disponibilità di magazzino del Fornitore.

Previo avviso al Compratore, il Fornitore si riserva pertanto la facoltà di evadere la fornitura in più riprese e a consegne ripartite.

Trascorsi otto giorni dal ricevimento dei Prodotti, il Fornitore non accetterà reclami relativi allo stato dell’imballo, delle confezioni, alla quantità, al peso, nonché alla qualità e caratteristiche esteriori dei Prodotti, che siano rilevabili da un controllo effettuato secondo normale diligenza, e, comunque, se non inviati alla Sede del Fornitore a mezzo di lettera raccomandata.

Fermo quanto precede, il Fornitore si impegna a porre rimedio a qualsiasi vizio, mancanza di qualità o difetto di conformità dei Prodotti, verificatosi entro sei mesi dalla consegna, purché il Cliente a) abbia provveduto alla denuncia nei termini sopra indicati; b) abbia contestualmente specificato per iscritto di quale vizio, mancanza di qualità o difetto si tratti, quale impiego o applicazione sia stato fatto del Prodotto e c) abbia messo a disposizione del Fornitore un lotto del Prodotto, sul quale il Fornitore possa far effettuare dal produttore le necessarie verifiche tecniche e i conseguenti test di laboratorio.

Resta inteso che, qualora le verifiche e i test di laboratorio del Prodotto asseritamente difettoso dovessero risultare negativi, il Cliente sarà tenuto a sopportarne i relativi costi.

Il Fornitore non risponde di vizi, difetti o carenze di qualità del Prodotto qualora i medesimi derivino dalla scorretta applicazione o utilizzazione del medesimo da parte del Cliente o di terzi.

Il Cliente non avrà diritto di restituire i Prodotti acquistati, se non previa autorizzazione scritta del Fornitore.

Resta inteso che, salvo specifica autorizzazione scritta del Fornitore, il Cliente non avrà neppure facoltà di procedere autonomamente alla riparazione del Prodotto, né di addebitare al Fornitore i costi di eventuali interventi effettuati.

Salvo il caso di dolo del Fornitore, in caso di vizi, difetti o mancanza di qualità opponibili secondo le presenti Cgf , il Fornitore sarà tenuto esclusivamente alla riparazione o, se del caso, alla sostituzione dei Prodotti effettivamente difettosi. La sostituzione potrà avvenire solo se il Prodotto sarà ancora disponibile presso il Fornitore/Distributore o presso il produttore.

Qualsiasi contestazione e/o reclamo del Cliente in relazione ai Prodotti non darà comunque diritto alla sospensione o al ritardo dei pagamenti concordati, anche in relazione a forniture diverse non oggetto di contestazione.

E’ espressamente convenuto che un tale obbligo di intervento di sostituzione o di riparazione assorbe e sostituisce incondizionatamente e integralmente ogni altra garanzia e responsabilità di legge, a qualsivoglia titolo, in relazione diretta o indiretta con la fornitura dei Prodotti.

Il pagamento dovrà essere effettuato esclusivamente per contanti presso la Sede di Fornitore.

Salvo diversa pattuizione espressa, il pagamento dovrà sempre avvenire entro e non oltre 30 giorni dalla data di consegna dei Prodotti, da intendersi quale termine essenziale ad ogni effetto di legge.

Eventuali ritardi nei pagamenti, daranno comunque diritto ad Fornitore di addebitare al Cliente gli interessi di mora nella misura del 3 % superiore al saggio di cui all’art.5 D.lgs. 231/02.

Eventuali rateizzazioni e dilazioni di pagamento concesse dal Fornitore dovranno ritenersi automaticamente revocate, con conseguente decadenza dal beneficio del termine ex art. 1186 c.c., in caso di inadempimento o ritardo del Cliente rispetto ai termini concordati.

Gli effetti cambiari, purché regolarmente bollati ai sensi di legge, e/o i titoli bancari rilasciati dal Cliente si intendono sempre accettati da Fornitore con la clausola pro solvendo e con la riserva espressa di buon fine.

Tutti i Prodotti il cui prezzo non sia pagato contestualmente alla consegna si intendono venduti con riserva di proprietà, ai sensi degli artt. 1523 c.c. e 11 D.lgs. 231/02.

Per i Prodotti d’importazione da Paesi non rientranti nell’area Euro, il prezzo in Euro per tutta la fornitura sarà determinato applicando il cambio del giorno lavorativo antecedente il giorno di consegna, attestato dalla data del documento di trasporto previsto dalle leggi tributarie.

Eventuali acconti versati in Euro verranno detratti dal prezzo complessivo dovuto, come sopra determinato.

Eventuali acconti e/o caparre confirmatorie versate dal Cliente al Fornitore saranno infruttiferi di interessi.

Il Contratto sarà disciplinato dalla legge Italiana, con espressa esclusione dell’applicabilità della Convenzione di Vienna sui contratti di vendita internazionale di beni mobili in data 11.4.1980.

Qualsiasi controversia dovesse insorgere tra Fornitore e il Cliente sarà devoluta in via esclusiva alla competenza del Foro di Milano, con rinuncia espressa a qualsiasi altra sede di competenza, anche in caso di chiamate in garanzia, di connessione o continenza di causa.

Pur tuttavia è espressamente riconosciuta la facoltà del Fornitore di scegliere il Foro del Cliente.

Ogni e qualsivoglia informazione e/o dato del Cliente acquisito dal Fornitore nel corso del rapporto contrattuale sarà considerato di natura riservata e utilizzato nel rispetto del Dlgs.196/03 ai soli fini dell’esecuzione della fornitura e dei rapporti connessi, anche fiscali e contabili,od in sede giudiziale.

 
Versione stampabile